Standard Konnex

Come rendere smart gli impianti domotici KNX

Cos’è lo standard KNX?

Il Konnex è il primo standard aperto riconosciuto a livello mondiale per la building automation e la domotica. Può essere utilizzato per differenti applicazioni e funzioni nel controllo delle abitazioni e degli edifici come ad esempio l'illuminazione, il monitoraggio dei consumi, i sistemi di sicurezza, il riscaldamento e tante altre funzionalità.

Caratteristiche del protocollo Konnex

La caratteristica principale del Konnex è che essendo uno standard non è legato a nessuna azienda in particolare ma tantissime marche creano prodotti che utilizzano questo protocollo di comunicazione. Uno dei punti di forza è che qualsiasi prodotto che ha il logo KNX, per poter essere riconosciuto come tale, ha effettuato tutta una serie di test da esperti KNX per poter essere certificato. Tutti i dispositivi che hanno il logo KNX sono al 100% compatibili tra di loro. In questo modo si potranno acquistare prodotti di differenti aziende produttrici in base ai bisogni. Questo è possibile grazie al protocollo KNX redatto dalla KNX Association.

L’Associazione KNX è il punto di riferimento per professionisti e non, interessati al protocollo KNX. Da un lato la KNX Association si occupa di far conoscere a più persone possibili il protocollo Konnex, dall’altro organizza corsi di formazione ed eventi on line e off line per trasmettere in modo semplice e professionale tutte le nozioni legate al KNX.

I dispositivi Konnex

Tutti i dispositivi KNX possono essere suddivisi in 4 macro categorie:

Dispositivi di sistema: dispositivi KNX base necessari per far funzionare l’impianto;

Dispositivi di ingresso: interfacce elettroniche a cui si possono collegare i dispositivi di comando per attuare le funzionalità dell’impianto;

Dispositivi di uscita: dispositivi che ricevono attraverso il bus i segnali provenienti dai dispositivi di ingresso;

Dispositivi funzionali: dispositivi che l’installatore sceglie per realizzare determinate funzioni.

Come gestire gli impianti domotici KNX con smartphone e controllo vocale

Gli impianti domotici KNX sono stati creati prima della nascita delle applicazioni per la smart home e del mondo dell’assistenza vocale. Fino a pochi anni fa il modo più pratico per controllare il proprio impianto KNX era attraverso un touch-screen programmato appositamente per questa funzione oppure con una app creata ad hoc in base all’impianto. Ora, grazie ai prodotti realizzati da Freedompro, è possibile trasformare tutti gli impianti domotici KNX in smart. Grazie aEasykon for KNXeEasykon Lite for KNX,il sistema domotico KNX, affidabile e stabile, fa un salto di qualità diventando immediatamente compatibile con le migliori piattaforme per la smart home. Grazie ad un solo dispositivo tutto l’impianto KNX dell’abitazione potrà essere controllato tramite lo smartphone e il comando vocale.

Con Easykon tutti i dispositivi KNX potranno essere integrati con quelli IoT senza compromettere o modificare la configurazione e le funzioni già esistenti dell’impianto domotico Konnex. Nello specifico Easykon for KNX permette di gestire l’impianto domotico Konnex, anche da remoto, con le app di Apple HomeKit, Google Home, Amazon Alexa o IFTTT oppure attraverso l’assistente vocale di Siri, Google Assistant o Alexa.

Freedompro ha realizzato anche una versione Lite del prodotto,Easykon Lite for KNX,ovvero un software per Raspberry Pi che consente di aggiungere app e voce all’impianto Konnex. Prima di acquistare la licenza al costo di 69 euro, è possibileprovare gratuitamente il software per 7 giorni. Il software è affidabile, semplice da utilizzare e viene aggiornato costantemente. A differenza della versione hardware, il numero massimo di accessori configurabili è di 30 e non è compatibile con Apple HomeKit.

Italiano